Arteterapia
professione a Norma UNI 11592:2015, ai sensi della legge 14 gennaio 2013 n.4.

L’arteterapia è un insieme di pratiche professionali finalizzate a promuovere le risorse creative degli individui,

dei gruppi e delle comunità per sviluppare benessere personale e sociale,

che utilizza come linguaggio di vertice quello delle arti plastico-pittoriche, audiovisive e fotografiche.

L’arteterapeuta è un professionista formato per utilizzare metodiche che prevedono un linguaggio artistico

e che opera per stimolare le risorse creative del soggetto con finalità correlate alle esigenze dei contesti.

Generalmente svolge la sua attività in ambito sociale ed educativo, lavorando a stretto contatto con altre figure professionali

(come ad esempio insegnanti, psicoterapeuti, psichiatri, psicopedagogisti ecc.).

L’Arteterapia ha quindi come obiettivo il benessere, la crescita, la consapevolezza e la trasformazione personale.

Per fare arteterapia non è necessario avere talento artistico, durante il processo creativo, i materiali artistici svolgono un ruolo fondamentale nella comunicazione verbale e non verbale tra il paziente e l’arteterapeuta.

Per questo l’arteterapia viene utilizzata con bambini, adolescenti, adulti e anziani,

persone affette da dipendenze, detenuti, pazienti con gravi malattie, disabili.

(Definizione tratta dal sito ufficiale dell’APIART Associazione Professionale Italiana degli Arteterapeuti)