DANZAMOVIMENTOTERAPIA

professione a Norma UNI 11592:2015, ai sensi della legge 14 gennaio 2013 n.4.

 

La Danzamovimentoterapia (DMT) è una modalità specifica di trattamento di una pluralità di manifestazioni della patologia psichica, somatica e relazionale, ma anche una suggestiva possibilità di positiva ricerca del benessere e di evoluzione personale.

La Danzaterapia, che si collega idealmente ad antiche tradizioni nelle quali la danza era un mezzo fondamentale nelle pratiche di guarigione, ripropone negli attuali contesti sociali le risorse del processo creativo della danza e del movimento, per promuovere un armonioso sviluppo psicofisico attraverso l’integrazione e l’equilibrio tra la dimensione motoria, cognitiva ed affettiva,

aperta alla relazione con gli altri e con il mondo.

La DMT oggi è innanzitutto una pratica fondamentale dello “stare bene”, nella quale chiunque può trovare il proprio spazio/tempo

per riprendere contatto con se stessi e con gli altri.

Associata di frequente con altre forme di cura, la danzamovimentoterapia trova applicazione nel trattamento di numerosi

disturbi psichiatrici: dalle psicosi ai disturbi d’ansia e dell’umore, dalle malattie psicosomatiche ai disturbi

del comportamento alimentare e alle tossicodipendenze.

Oltre alla dimensione terapeutica e riabilitativa, la danzamovimentoterapia esprime competenze e tecniche rivolte allo sviluppo

delle risorse umane, alla prevenzione del disagio psicosociale, alla formazione e al lavoro educativo.

 

(Definizione tratta dal sito ufficiale dell’APID Associazione Professionale Italiana Danzamovimentoterapia)

press to zoom
press to zoom
press to zoom